Home / Videogames / INSIDE
INSIDE

INSIDE

Dopo averlo completato tutto d’un fiato sono qui a parlarvi un gioco stealth/rompicapo uscito per pc il 7 luglio e sviluppato dai Playdead, gli stessi creatori di Limbo. Si tratta di Inside, gioco che conserva la stessa tipologia grafica del suo predecessore e, addirittura, migliorandola, senza mai renderla pesante o opprimente.

20160710130101_1

Il gioco inizia con l’immagine di un bambino che esce da alcuni cespugli, senza spiegazioni ne video che introducono un minimo di storia. Iniziamo a muovere i primi passi e subito ci accorgiamo di essere braccati da gente che, all’occorrenza, è anche pronta a sparare per fermarci. Da qui inizia la nostra fuga. Dovremo muoverci tra cespugli, laghi, strutture in rovina e tetti sempre cercando di scappare e non essere scoperti … ma perchè? Perchè tutti inseguono questo bambino senza un motivo valido? Abbiamo qualcosa di diverso? E se si, cosa?

I Playdead hanno la capacità di immergere il giocatore in storie complicate senza dire neppure una parola, senza inserire nel gioco un video o un minimo di indizio. Creano un ambiente totalmente unico dal quale, chi gioca, deve trarre informazioni in merito alla storia ed agli avvenimenti che ci si presentano davanti. Ma non finisce qui. Per rendere il gioco meno “tranquillo” gli sviluppatori hanno aggiunto rompicapi sempre diversi ma tutti con lo stesso scopo: proseguire nella nostra fuga. Questi enigmi saranno spesso complessi ma mai frustranti e spingeranno chi gioca a pensare fuori dagli schemi. Inoltre, non sempre sarà consigliato correre: essendo un gioco con dinamiche stealth, spesso la soluzione migliore sarà quella di temporeggiare, nascondersi nel buio dietro una cassa e poi, una volta liberato il campo, correre via.

20160710131532_1

Il comparto grafico di questo titolo possiamo dire che è un 2,5D. Essendo un gioco a scorrimento orizzontale non potremo mai sfruttare la profondità che, però, sarà piena di piccole scene che ci regaleranno stralci di trama o panorami suggestivi. L’ambiente è ben caratterizzato se pur creato con tecniche semplici e con pochi dettagli, tanto di cappello agli sviluppatori. L’audio è scarno: la colonna sonora quasi assente ma, in compenso, i suoni di gioco sono magistrali. Camminare su lastre d’acciaio, nuotare o semplicemente correre in una pozzanghera genererà suoni perfetti e questo, insieme a tutto il resto, immedesimerà chi gioca al massimo.

Unica pecca riscontrata in questo gioco è la longevità: il titolo, essendo pieno di engimi tutti diversi, durerà relativamente poco e purtroppo, sottolineando il purtroppo, la rigiocabilità è davvero bassa.

Dopo averlo completato tutto d’un fiato sono qui a parlarvi un gioco stealth/rompicapo uscito per pc il 7 luglio e sviluppato dai Playdead, gli stessi creatori di Limbo. Si tratta di Inside, gioco che conserva la stessa tipologia grafica del suo predecessore e, addirittura, migliorandola, senza mai renderla pesante o opprimente. Il gioco inizia con …

Review Overview

Trama - 8.5
Grafica - 7.5
Audio - 7.5

7.8

Summary : Grande trama, immersività unica ed enigmi complessi e mai frustranti. Inside è un gioco da provare: a tutti i costi!

User Rating: Be the first one !
8

About Pietro Leone

Ha iniziato la sua carriera da videogiocatore con una vecchia PlayStation spolpata fino all'osso, per poi passare a PSP e infine stabilirsi su PC. Apprezza quasi tutti i titoli, ma odia completamente i videogames di calcio. Passa la maggior parte del suo tempo su giochi action, ma non disprezza gli altri generi come gli FPS e le avventure grafiche.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.