Home / Tecnologia Varia / Durovis Dive 5
Durovis Dive 5

Durovis Dive 5

Lo sappiamo tutti ormai: siamo nell’era della realtà virtuale ma: bisogna per forza acquistare un visore da centinaia di euro per provare questa esperienza? Non per forza! Vi sono valide alternative, anche molto convenienti, che possono offrire forti emozioni sfruttando semplicemente una cosa che chiunque ha in tasca: lo smartphone! Oggi parliamo di una di esse: il Dive 5, visore VR per dispositivi mobili creato da Durovis.

Partiamo dalla confezione. L’imballo è semplice ed essenziale e, come potete vedere dalla foto, una volta aperta la scatola troveremo:

  • Visore VR;
  • Lenti;
  • Sacchetto protettivo bianco;
  • Sacchetto protettivo nero;
  • Cover per iPhone 4/4s;
  • Kit di aggiornamento (gia montato sul visore).

Inoltre, Durovis ci ha gentilmente spedito anche la versione Cardboard del visore della quale andremo a parlare più tardi, ora concentriamoci sul principale. Il dispositivo è davvero solido e lo sportellino per inserire lo smartphone necessita di una forza quasi sovrumana per essere aperto: ottimo no? Questo tornerà utile nel caso dovremmo fare movimenti bruschi o, semplicemente, in fase di utilizzo permettendo al cellulare di restare in posizione e non volare via. Gli elastici sono spessi e di ottima fattura e, grazie a loro, il visore non si muoverà una volta indossato. Ottime anche le spugnette presenti sul bordo, quelle a contatto col viso, per intenderci. Passiamo alle lenti: punto forte ed allo stesso tempo tallone d’Achille per questo visore: ora vi spiego il perchè. Non tutti abbiamo la stessa distanza tra gli occhi, ogni persona è diversa e, giustamente, ogni persona ha occhi diversi. Bene, le lenti di questo Dive 5 sono regolabili in profondità e larghezza! Questo vuol dire che, con un pò di pazienza, chiunque può utilizzare questo visore, basterà che costui si regoli le lenti in maniera opportuna. Ottimo vero? Beh ma questo comporta un piccolo deficit per il prodotto: sorvolando sul fatto che le lenti, al minimo tocco, anche per caso, potranno muoversi mandando all’aria tutta la calibratura, lo spazio di movimento di quest’ultime permetterà l’ingresso di luce nel visore riducendo, di non poco, il senso di immersività.

Passiamo al Cardboard. Classico, simile a molti altri ma, con a suo favore, un gommino che tiene fermo lo smartphone e del velcro per bloccare lo sportellino. Richiudibile e facilmente trasportabile questo visore, pur essendo di cartone, è resistente e solido con lenti di ottima qualità, questa volta non regolabili.

In conclusione possiamo dire che questo Dive 5 ha i suoi pregi e i suoi difetti come tutto e se volete conoscere i dispositivi compatibili, le app consigliate o acquistarlo vi rimando al sito ufficiale di Durovis.

Lo sappiamo tutti ormai: siamo nell’era della realtà virtuale ma: bisogna per forza acquistare un visore da centinaia di euro per provare questa esperienza? Non per forza! Vi sono valide alternative, anche molto convenienti, che possono offrire forti emozioni sfruttando semplicemente una cosa che chiunque ha in tasca: lo smartphone! Oggi parliamo di una di …

Review Overview

Materiali - 8
Lenti - 8
Immersività - 6

7.3

Summary : Visore VR ben fatto ma ... attenti alla luce!

User Rating: Be the first one !
7

About Pietro Leone

Ha iniziato la sua carriera da videogiocatore con una vecchia PlayStation spolpata fino all'osso, per poi passare a PSP e infine stabilirsi su PC. Apprezza quasi tutti i titoli, ma odia completamente i videogames di calcio. Passa la maggior parte del suo tempo su giochi action, ma non disprezza gli altri generi come gli FPS e le avventure grafiche.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.