Home / Film e Telefilm / Space Battleship Yamato
Space Battleship Yamato

Space Battleship Yamato

Continua l’invasione di anime e dell’universo giapponese in generale nei cinema grazie al meraviglioso lavoro che sta facendo la Nexo Digital con il progetto “Nexo Anime“. E diciamocelo, questa cosa ci piace alquanto. Finalmente oltre alle americanate e ai filmucci mediocri di produzione italiana riusciamo a scorgere qualche spiraglio di luce. Oggi ci occupiamo infatti di Space Battleship Yamato che è stato in proiezione solo per una sera in molti cinema convenzionati.

Pianeta Terra, anno 2199. La Terra è stata attaccata da una forza aliena chiamata Gamilas che la sta riducendo ad un cumulo di macerie radioattive a cui si contrappone solo la “Forza Difesa Terra“. Decisi a mettere fine a questo conflitto che sta decimando il pianeta e la popolazione la Forza Difesa Terra decide di attaccare il nemico prendendolo alla sprovvista. L’operazione non riesce e le forze amiche vengono completamente decimate. Si salva solo la nave spaziale del Capitano Akita salvata dal gesto eroico e suicida di Mamoru Kodai che frapponene la sua nave Yukikaze ormai in avaria tra quella di Akita e le flotte nemiche, riescendo a farli fuggire. Gli esseri umani sono costretti a rifugiarsi nelle viscere del pianeta per scampare alle altissime radiazioni che ormai avvolgono e impregnano tutto. E’ in questo scenario apocalittico che Susumu Kodai, fratello del defunto comandante Mamoru, esce ogni giorno a cercare tracce di vita in superfice. Durante una delle sue spedizioni qualcosa cade dal cielo travolgendolo, causando un’esplosione e annientando nel perimetro tutte le radiazioni. Il giovane trova nel cratere dell’impatto una capsula e la raccoglie, ma sopraffatto dall’esplosione perde i sensi. Il Capitano Akita porta in salvo Susumu e apre la capsula che contiene coordinate per un pianeta lontano, Iskendar, e le istruzioni per costruire un motore particolare in grado di far raggiungere loro il pianeta. Spinto da questa nuova scoperta e dall’imminente estinzione della vita sulla Terra, Akita decide di arruolare quante più persone può per raggiungere Iskendar e salvare il pianeta. Susume decide di arruolarsi ed essendosi dimostrato un valido elemento viene nominato capitano in seconda. Il viaggio si dimostra più difficile del previsto e quello che troveranno alla fine è decisamente inaspettato…..

ok

Il film era già uscito nel 2010 riscuotendo ottime critiche e moltissimo successo nel pubblico soprattutto in Asia. L’idea di riproporlo è sicuramente vincente. Questo è il vero e proprio adattamento cinematografico della serie tv che uscì in Giappone a metà degli anni 70. Gli ingredienti principali per una buona riuscita li ha decisamente tutti, anzi, non manca proprio nulla. Per tutto il film si respira epicità e spirito di eroismo, punti su cui i giapponesi sono maestri. E’ impossibile non affezionarsi ai personaggi che troveranno sicuramente consensi nei fan che lo guarderanno. Anche perchè gli attori che sono stati scelti appositamente per ricordare ai fan quelli dell’anime, guardate il parallelismo estetico del Capitano Akita col suo omonino animato, e per i nostalgici della serie sembra di fare un tuffo indietro di oltre 30 anni.

Anche se il progetto Nexo Anime si occupa di animazione giapponese questo film è un live action, cioè è fatto da persone reali. Takashi Yamazaki ha diretto un’opera ambiziosa e imponente. Non si può rimanere indifferenti dalla maestosità della nave Yamato, specialmente il momento del decollo è estremamente d’impatto, tanto di cappello a chi lo ha realizzato. Il budget era alto, circa 22 milioni di dollari, che son serviti tutti per costruire una piccola perla della fantascienza. E’ stato fatto proprio un ottimo lavoro e i protagonisti vanno a completare l’opera. Al centro di tutto il film c’è Takuya Kimura che interpreta Susumu ed è in Giappone un vero e proprio idolo delle giovani e giovanissime, attore ma anche cantante di una nota band JPop, SMAP. La sua interpretazione da spessore a tutto il film. E’ stato aggiunto un tocco di drammaticità in più rispetto alla serie originale e questo è ovviamente frutto della recitazione degli attori in carne e ossa e del tocco del regista.Visivamente belli anche gli effetti speciali che riguardano le forme di vita aliene, a cui consiglio di prestarci particolarmente attenzione alla fine. Degno di nota l’audio, il doppiaggio era buono e la colonna sonora ha fatto il resto, quel poco che mancava a rendere il film nel complesso gradevole, mai piatto o noioso. Steven Tyler, cantante degli Aerosmith, accompagna il finale del film con Love Lives scritta appositamente per la colonna sonora.

Continua l’invasione di anime e dell’universo giapponese in generale nei cinema grazie al meraviglioso lavoro che sta facendo la Nexo Digital con il progetto “Nexo Anime“. E diciamocelo, questa cosa ci piace alquanto. Finalmente oltre alle americanate e ai filmucci mediocri di produzione italiana riusciamo a scorgere qualche spiraglio di luce. Oggi ci occupiamo infatti …

Review Overview

Trama - 8
Recitazione - 8
Realizzazione Tecnica - 9

8.3

Summary : Anche se solo per un giorno qualcosa di alternativo e valido alle tante proposte sottotono che il cinema ci propina ultimamente.

User Rating: Be the first one !
8

About Azzurra Mayfair

Appassionata di Manga, Anime e cultura giapponese in generale è altresì amante di cinema e musica. Ama leggere, soprattutto libri di genere fantasy. Si è avvicinata al mondo dei videogiochi con la prima versione del GameBoy Nintendo fino ad arrivare al Nintendo3DS, gioca principalmente ai Pokemon.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.