Home / Libri / Aleph
Aleph

Aleph

“Soltanto due cose possono rivelare i grandi segreti della vita: la sofferenza e l’amore”.

Oggi andremo a parlare dun libro uscito nel 2011 scritto da Paulo Coelho intitolato Aleph. Qualcuno di voi potrebbe conoscerlo già, ma per tutti coloro che non ne hanno mai sentito parlare, ecco la nostra recensione!

Paulo Coelho è nato a Rio de Janeiro nel 1947 e, fin da giovanissimo, ha avuto una grande passione per la scrittura. Oggi è considerato uno degli autori più importanti della letteratura mondiale, infatti, le sue opere, sono state pubblicate in oltre cento paesi e tra i premi più importanti assegnatigli ricordiamo il Crystal Award del 1999.

Aleph è il romanzo che racchiude in quasi 300 pagine tutta l’arte di Coelho ed è, sicuramente, il più personale dell’autore. Egli ci trasporta in una dimensione particolare che, pochi di noi avrebbero pensato esistesse, che ci aiuta a guardare la nostra vita da un’altra prospettiva. Qui, Coelho ci parla di un viaggio. Un viaggio lungo la Transiberiana, la ferrovia che attraversa l’Eurasia. Questo è il percorso che egli decide di compiere perché deve e, soprattutto vuole, ritrovarsi dopo essersi “perso”. Capiamo che la necessità di spostarsi ha, per l’autore-protagonista, un significato più profondo. Parte per scoprire il pezzo mancante di sé, quel qualcosa che non lo fa vivere come vorrebbe. Lo scrittore ci pone dinanzi ad un’ interpretazione soggettiva della religione, in cui il presente mescola le carte con le ere passate. Ed è proprio nel passato che egli cerca la chiave della sua salvezza, ma per poterla afferrare ha bisogno di entrare nell’Aleph. L’Aleph è un qualcosa di magico e meraviglioso che ti può portare lontano, il punto che unisce tutto; quello che sei, ma soprattutto ciò che sei stato. Il nostro protagonista all’inizio del cammino incontra Hilal, una giovane turca che capisce, grazie all’Aleph, di aver amato cinquecento anni prima. A lei sarà assegnato il compito più arduo: aiutare il protagonista nella sua ricerca. Lei lo deve perdonare. Tutto è incorniciato dall’originale quanto faticosa esperienza del viaggio in treno, e dalle meravigliose città in cui sostano. Questo romanzo verrà letto con totale abbandono da coloro i quali non hanno una fede precisa, riescono a non pensare razionalmente durante la lettura e sono pronti a vivere emozioni completamente nuove, a farsi trascinare, appunto, nell’Aleph. Ovviamente, Coelho, ci parla della sua esperienza e della sua religione. Anticipiamo che, essendo un romanzo molto personale, non tutti si potranno ritrovare nel suo percorso. E’ un libro che ti lascia a bocca aperta, ma anche un po’ scettico. Certamente ci fa capire molte cose sulla vita e sull’amore. Sul cammino che ognuno dovrebbe fare, perché tutti abbiamo qualche parte di noi nascosta o perduta.

“Soltanto due cose possono rivelare i grandi segreti della vita: la sofferenza e l’amore”. Oggi andremo a parlare dun libro uscito nel 2011 scritto da Paulo Coelho intitolato Aleph. Qualcuno di voi potrebbe conoscerlo già, ma per tutti coloro che non ne hanno mai sentito parlare, ecco la nostra recensione! Paulo Coelho è nato a …

Review Overview

Trama - 6.5
Personaggi - 7
Stile - 8

7.2

Summary : Consigliato soprattutto a chi ha bisogno di una spinta per andare alla ricerca di sé stesso.

User Rating: Be the first one !
7

About Marianna Mammì

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.