Home / Film e Telefilm / Il Violinista del Diavolo
Il Violinista del Diavolo

Il Violinista del Diavolo

Arriva nelle sale il film sulla vita di Niccolò Paganini, ritratto come una moderna rock star del suo tempo e interpretato da un virtuoso David Garrett. Il fascino del lato oscuro di un artista che ha segnato la storia della musica classica trasposto in un’opera cinematografica con molti richiami al Faust di Goethe.

Siamo all’inizio dell’ottocento e la vita del prodigioso violinista Niccolò Paganini si divide tra donne, gioco d’azzardo, alcool e droghe. Sofferente per non vedere il proprio talento riconosciuto, il violinista si piega ad esaudire le richieste ripetitive del pubblico che non lo considera come dovrebbe. Dopo un concerto viene raggiunto dal sinistro Urbani che si propone come suo impresario promettendogli tutto come riconoscimenti artistici e monetari, senza chiedere niente in cambio. Il giovane accecato dalle promesse e dalla propria sconfinata ambizione accetta e firma un contratto. Comincia così il lavoro di Urbani che riesce a portare il violinista su un altro livello di fama, creando voci su un suo passato travagliato e organizzandogli concerti in quasi tutta Europa. Ma questo non basta e l’uomo punta più in alto prendendo accordi con un impresario londinese che costringe Paganini con l’inganno a salpare per Londra dove il giovane proverà l’accecante bagliore della fama ma anche la più profonda sconfitta.

il_violinista_del_diavolo

David Garrett non è un attore professionista e questo si nota, ma non è quello a cui ambisce. Violinista di fama mondiale non si è fatto scappare l’occasione di dare il suo tocco a un personaggio così affascinante come quello di Niccolò Paganini, e ci riesce. Virtuoso al violino rende il film decisamente godibile dove i momenti in cui suona sono gli unici attimi in cui prende quota e mette in secondo piano la sua performance sottotono di attore. Degna di nota l’interpretazione di Jared Harris nel ruolo di Urbani che trascina il film viste le poche battute del protagonista.

Il regista Bernard Rose, non nuovo alle produzioni che si rifanno alla musica classica, non centra del tutto il bersaglio. Durante il film si ha la costante sensazione di non cogliere il punto e Bernard non riesce a sviluppare l’idea nel modo giusto, sovrapponendo i temi principali e la storia romantica di fondo, senza dare giusto risalto all’uno o l’altro. Belle le ambientazioni e ben curati gli abiti, cosa fondamentale per un film che si svolge in epoca non contemporanea. Ottimo l’aspetto sonoro con Garrett che partecipa alla colonna sonora del film alzandone di molto il livello qualitativo, merito anche del suo virtuosissimo Stradivari.

Arriva nelle sale il film sulla vita di Niccolò Paganini, ritratto come una moderna rock star del suo tempo e interpretato da un virtuoso David Garrett. Il fascino del lato oscuro di un artista che ha segnato la storia della musica classica trasposto in un’opera cinematografica con molti richiami al Faust di Goethe. Siamo all’inizio …

Review Overview

Trama - 7
Recitazione - 7
Realizzazione Tecnica - 7

7

Summary : Consigliato per i cultori della musica classica ma anche per chi non lo è si rende piacevole grazie alla bravura di David Garrett.

User Rating: Be the first one !
7

About Azzurra Mayfair

Appassionata di Manga, Anime e cultura giapponese in generale è altresì amante di cinema e musica. Ama leggere, soprattutto libri di genere fantasy. Si è avvicinata al mondo dei videogiochi con la prima versione del GameBoy Nintendo fino ad arrivare al Nintendo3DS, gioca principalmente ai Pokemon.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.