Home / Eventi e Fiere / Winter in Nerd: tra laser, zombie e Sio!
Winter in Nerd: tra laser, zombie e Sio!

Winter in Nerd: tra laser, zombie e Sio!

10565289_604730336327764_8165726435573571757_nEccoci di ritorno dalla prima edizione del Winter in Nerd, evento invernale collegato al Salerno in Fantasy tenutosi a Fisciano (SA) il 24 e 25 gennaio. Ma cos’è accaduto di bello in questa fiera? Vi dico solo che si parlerà di laser, zombie, magie e Sio!

Partiamo dall’inizio: il biglietto d’ingresso. Essendo un evento al chiuso bisognava pagare un biglietto d’ingresso del costo di 5€ valido per tutti e due i giorni, ottimo prezzo, accessibile a tutti e davvero irrisorio in confronto alle attività proposte. Si perchè questo WiN, anch’essendo una fiera piccola e neonata, si è fatta onore proponendo a tutti i suoi visitatori attività molto diverse tra loro e tutte davvero intriganti. Non solo le attività erano il centro dell’evento ma anche le esibizioni e gli ospiti invitati. Andiamo a vedere tutto nel dettaglio!

Le esibizioni proposte nel cortile centrale del casolare che ospitava la fiera sono state diverse dalle normali esibizioni proposte in questo tipo di eventi. Abbiamo avuto il piacere di assistere allo show della Rosa di Acciaio, un gruppo di stuntman che impersonavano magistralmente dei priati in guerra tra loro, intrattenendo il pubblico con combattimenti con spade, bastoni o colpi corpo a corpo mischiati a piccoli skatch comici. Subito dopo l’attenzione e stata catturata dai Falconieri dell’Irno e dai loro rapaci addestrati che svolazzavano di mano in mano senza alcuna difficolta.

Ma non solo esibizioni a queato WiN. Curiosando tra le stanze del casolare, infatti, potevi trovare la stanza del tesoro, protetta da una fitta rete di fasci laser che al minimo tocco facevano scattare un allarme o la stanza dell’arpa, composta da lunghi fasci di luce laser verde che, se sfiorati, producevano un suono. Ma Lasciamo da parte i laser e pensiamo al resto. Al piano superiore, oltre alla sala conferenze, vi erano degli stand legati al mondo della magia e di Harry Potter. Molte erano le attrazione tra le quali il famoso Cappello Parlante o le lezioni di “Difesa contro le arti oscure”. Oscurità e mostri erano invece il centro di un’altra delle attrazioni principali. In collaborazione con il makeup artist Roberto Pellegrino è stata allestita “la bottega degli orrori”, sala con teste umane, occhi, denti e pelle tutti super realistici.

Nel cortile esterno del casolare le attività non si fermavano! Il giardino, infatti, era stato adibito a “campo di battaglia” dove ci si poteva sfidare liberamente con dei fucili laser in stile Laser Arena o, se i fucili erano tutti impegnati, ci si poteva sfidare in avvincenti duelli armati di spada! Cercando per bene, dal cortile esterno si poteva accedere all’ultima attrazione della fiera, la sala “Giochi e Videogiochi”. Qui vi erano a disposizione dei visitatori un sacco di giochi da tavola e di console, nuove e vecchie, pronte a regalare attimi di divertimento.

Abbiamo lasciato per ultimo l’ospite principale del WiN: parliamo di Simone Sio Albrigi! Il famoso disegnatore e youtuber padre e mente di personaggi come il dottor Culocane, la signora Mariangengiangela o NonnoLaser. Disponibilissimo, Simone ha firmato autografi ai fan e scritto dediche senza tirarsi indietro e non ha disdegnato dallo scattarsi selfie! Insieme a lui, in giro per la fiera si potevano trovare anche Lucio Staiano, Angelica Elisa Moranelli, Romina Moranelli e Pino Cuozzo e il suo Cup Tour!

Un commento finale? Beh, se pur piccolo e alla prima edizione il WiN ha saputo farsi valere ed ha intrattenuto al meglio i visitatori. Complimenti all’organizzazione e … ci si vede alla prossima edizione!

About Pietro Leone

Ha iniziato la sua carriera da videogiocatore con una vecchia PlayStation spolpata fino all'osso, per poi passare a PSP e infine stabilirsi su PC. Apprezza quasi tutti i titoli, ma odia completamente i videogames di calcio. Passa la maggior parte del suo tempo su giochi action, ma non disprezza gli altri generi come gli FPS e le avventure grafiche.

2 commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.