Home / Eventi e Fiere / Romics 2015: ecco cosa abbiamo visto!
Romics 2015: ecco cosa abbiamo visto!

Romics 2015: ecco cosa abbiamo visto!

Si è appena concluso il Romics 2015 e, noi di NerdWorldNetwork, abbiamo avuto l’occasione di essere presenti. La fiera si è svolta da giovedì 9 aprile fino a domenica 12 aprile e noi siamo stati presenti in data sabato 11 aprile.

Cominciamo dall’inizio. La fiera è stata suddivisa in Padiglioni, ognuno contenente attrazioni diverse: avevamo il padiglione dedicato ai videogames, quello dedicato ai fumetti e quello dedicato alle esibizioni o proiezioni, tutti collegati da un lungo corridoio e da un prato nel quale, visto il bel tempo quel giorno, era possibile sdraiarsi per qualche secondo di relax. Ogni padiglione aveva le sue guest star presenti che, grazie ad un programma preciso e dettagliato, chiunque poteva incontrare senza alcun problema. Come vedrete dalla galleria di foto in basso l’affluenza è stata molta e, tra persone “civili”, cosplayer, stand e Guest Star si faceva quasi fatica a camminare.

Ma diamo un nome a questi volti noti presenti in fiera. Noi, personalmente, abbiamo avuto l’onore di incontrare i ragazzi di Quei Due Sul Server, che ci hanno recentemente concesso una piccola intervista, MarcusKron, Yuriko TigerDavide Ravera ma, nascosti tra la folla, vi erano molti altri youtuber come MikeShowSha, zGiampyTek, Jok3r e il fratello CiccioGamer, xMurry e molti altri. Vi erano anche vignettisti del calibro di Sio ed i suoi colleghi di Shockdom, che abbiamo incontrato al Winter In Nerd, i doppiatori della serie TV The Game of Thrones e tanto tanto ancora.

Un’altra attrazione principale, questa volta non umana, era la “stanza delle armature” di IronMan. Cinque armature, dalla MKI alla MK XXV, esposte e pronte ad essere fotografate da tutti.

Girovagando per stand potevamo incappare in postazioni da gioco pronte a deliziarci con Hearthstone, LoL o, il picchiaduro nuovo arrivato, Mortal Kombat X, postazioni di grafica virtuale e le famose stampanti 3D, sempre in attività per creare piccoli modelli e, se qualcuno aveva bisogno di un secondo di pace, c’era il Maid Cafè sempre pronto a soddisfare il palato di chiunque con quel tocco in più! Per i più piccoli c’era il Romics Kids&Junior con aule pronte a spiegare a chiunque l’arte del disegno.

Molta la gente, sia nei padiglioni, sia nei corridoi esterni e tantissimi i cosplayer. L’unica pecca che abbiamo notato è stata nell’organizzazione all’ingresso. La posizione delle biglietterie, modificata rispetto agli anni passati, ha creato qualche problema nelle file, ma nulla di esagerato.

In conclusione possiamo dire che anche quest’anno il Romics si è rivelato un’ottima fiera, piena di attrazioni ed ospiti succulenti che ha attirato fan da tutt’Italia, cosplayer e non.

About Pietro Leone

Ha iniziato la sua carriera da videogiocatore con una vecchia PlayStation spolpata fino all'osso, per poi passare a PSP e infine stabilirsi su PC. Apprezza quasi tutti i titoli, ma odia completamente i videogames di calcio. Passa la maggior parte del suo tempo su giochi action, ma non disprezza gli altri generi come gli FPS e le avventure grafiche.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.